Celolunghismi

Pubblicato: 17 maggio 2011 in Uncategorized

Non so se vi è mai capitato di guardare il vostro, e pensare che sia troppo corto. A me oggi è capitato, ma siccome stiamo parlando di un romanzo, la cosa ha assunto una connotazione tutt’altro che drammatica.

Sono dovuto arrivare a 32 anni per capire cosa diavolo fosse una cartella in gergo “da scrittore”, e mi sono sentito un poco idiota, ma poco importa. Vi risparmio le spiegazioni tecniche: su web si trovano ovunque, e io non sono interessato a darne. La cosa importante è che a quanto sembra il mio romanzo, è al momento un filino breve per gli standard commerciali

In linea teorica non me ne importa granchè: ci sto lavorando sopra e sono convinto che scorra bene ed abbia un buon ritmo. I cadaveri si susseguono di buona lena ed il flusso ematico è bello forte. Vale la pena di allungare il brodo? Non sarà meno gustoso il sangue allungato?

Sono combattuto, ma principalmente propenderei per il NO, senza tanti giri di parole. Ci sarà qualche aggiunta su cui sto lavorando, ma saranno aggiunte di “ciccia”: roba buona intendo. Scene forti, dialoghi gustosi, personaggi carismatici.

Non ho nessuna intenzione di aggiungere la descrizione accurata di una cassapanca in stile arte povera o mettermi a magnificare la vista di un paesaggio collinare veneto da una finestra. Che cazzo, il mio è un romanzo per uomini. Per Diana!

Siccome comunque l’obiettivo è quello di farsi pubblicare, sono giunto alla conclusione che cercherò di avvicinarmi allo standard commerciale, senza farne una malattia. Se un editore illuminato deciderà di pubblicarlo, bene, altrimenti credo proprio che ne farò un bel pdf liberamente scaricabile e lo metterò a disposizione della rete. Sai mai che alle volte non capiti nelle mani di qualcuno che ne capisce…

Nel frattempo, la mia cara mogliettina non si è schioda di una sola pagina da dove era arrivata a leggere l’ultima volta che ho scritto: ho la concorrenza “spietata” di un romanzo di Agatha Christie, un libro giallo anonimo e della biografia (non scherzo) di una ragazza della resistenza tedesca. In lingua originale. Tedesca.

Come dire che se con una concorrenza come questa sto facendo cilecca, forse è il caso di pensare al divorzio…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...